Resta Connesso!

Vieni ed entra nella nostra community. Espandi il tuo network e conosci nuove persone!

Accedi con Facebook
Andrea Aurnia ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo Mister Banca

Il mondo della finanza da sempre è stato contraddistinto da alcuni parametri che servono a valutare le oscillazioni in termini di prezzo e di valore di tutti gli elementi che girano attorno all’economia mondiale. In questo nostro focus vogliamo chiarire meglio quale processo ha portato il prezzo del petrolio Brent, sia a livello fisico che a livello finanziario, ad essere usato come base di comparazione per i due terzi degli scambi di greggio su scala mondiale.
www.mrbanca.com/cose-il-brent-scopriamone-il-ruolo…
Seguiteci sul nostro canale Telegram : t.me/joinchat/FoVzKxBz4iqyaI3wV33xig
Mostra di più

Il mondo della finanza da sempre è stato contraddistinto da alcuni parametri che servono a valutare le oscillazioni in termini di prezzo e di valore di tutti gli elementi che girano attorno all’economia mondiale. In questo nostro focus vogliamo chiarire meglio quale processo ha portato il prezzo del petrolio Brent, sia a livello fisico che a livello finanziario, ad essere usato come base di comparazione per i due terzi degli scambi di greggio su scala mondiale.<br />http://www.mrbanca.com/cose-il-brent-scopriamone-il-ruolo-nelleconomia-mondiale/<br />Seguiteci sul nostro canale Telegram : https://t.me/joinchat/FoVzKxBz4iqyaI3wV33xig<br />#mrbanca #misterbanca #petrolio #brent #oil #WTI #trading #stocks #azioni #borsa #MIB #quarter #quotazione #commodities #futures #sell #down #up #produzione #crudeoil #greggio #oronero #investimento #short #derivati
Andrea Aurnia ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo Mister Banca

Il prezzo del petrolio è da sempre oggetto di attenzione da parte dei media e, in una certa misura, delle persone comuni. Se da una parte infatti può determinare, anche in misura sensibile, aumenti del costo dei carburanti, dall’altra può avere un impatto significativo sui mercati finanziari e sulla struttura di costo delle aziende che sono maggiormente dipendenti dai consumi dei suoi derivati
www.mrbanca.com/il-prezzo-del-petrolio-da-cosa-dip…
Seguiteci sul nostro canale Telegram : t.me/joinchat/FoVzKxBz4iqyaI3wV33xig
#mrbanca #misterbanca #petrolio #brent #oil #WTI #trading #stocks #azioni
Mostra di più

Il prezzo del petrolio è da sempre oggetto di attenzione da parte dei media e, in una certa misura, delle persone comuni. Se da una parte infatti può determinare, anche in misura sensibile, aumenti del costo dei carburanti, dall’altra può avere un impatto significativo sui mercati finanziari e sulla struttura di costo delle aziende che sono maggiormente dipendenti dai consumi dei suoi derivati<br />http://www.mrbanca.com/il-prezzo-del-petrolio-da-cosa-dipende-e-come-fare-trading/<br />Seguiteci sul nostro canale Telegram : https://t.me/joinchat/FoVzKxBz4iqyaI3wV33xig<br />#mrbanca #misterbanca #petrolio #brent #oil #WTI #trading #stocks #azioni #borsa #MIB #quarter #quotazione #commodities #futures #sell #down #up #produzione #crudeoil #greggio #oronero #investimento #short #derivati
Andrea Aurnia ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo Mister Banca

Dopo una fase in cui ha costantemente fatto registrare rialzi, il prezzo del petrolio potrebbe finalmente tornare a scendere? Andiamo ad analizzare passo per passo i motivi che portano a questa ipotesi ed anche i fattori che più in generale vanno ad influenzare le quotazioni dell’oro nero.
www.mrbanca.com/il-petrolio-scende-ecco-perche/
Seguiteci sul nostro canale Telegram : t.me/joinchat/FoVzKxBz4iqyaI3wV33xig
#mrbanca #misterbanca #petrolio #brent #oil #WTI #trading #stocks #azioni #borsa #MIB #quarter #quotazione #commodities #futures #sell #down #up #produzione #crudeoil #greggio
Mostra di più

Dopo una fase in cui ha costantemente fatto registrare rialzi, il prezzo del petrolio potrebbe finalmente tornare a scendere? Andiamo ad analizzare passo per passo i motivi che portano a questa ipotesi ed anche i fattori che più in generale vanno ad influenzare le quotazioni dell’oro nero.<br />http://www.mrbanca.com/il-petrolio-scende-ecco-perche/<br />Seguiteci sul nostro canale Telegram : https://t.me/joinchat/FoVzKxBz4iqyaI3wV33xig<br />#mrbanca #misterbanca #petrolio #brent #oil #WTI #trading #stocks #azioni #borsa #MIB #quarter #quotazione #commodities #futures #sell #down #up #produzione #crudeoil #greggio #oronero #investimento #short
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 19/02/2018

Piazza Affari, attesa apertura in rialzo!

In una giornata in cui Wall Street è chiusa per festività l'attenzione sarà concentrata soprattutto sule borse europee. L'apertura è attesa con un segno positivio, poi il focus sarà sui dati macro in arrivo. Occhi puntati a Milano su #Creval e sui petroliferi con il prezzo del petrolio in rialzo

In una giornata in cui #WallStreet è chiusa per festività l'attenzione sarà concentrata soprattutto sule borse europee. L'apertura è attesa con un segno positivio, poi il focus sarà sui dati macro in arrivo. In...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 19/02/2018<br /><br />Piazza Affari, attesa apertura in rialzo!<br /><br />In una giornata in cui Wall Street è chiusa per festività l'attenzione sarà concentrata soprattutto sule borse europee. L'apertura è attesa con un segno positivio, poi il focus sarà sui dati macro in arrivo. Occhi puntati a Milano su #Creval e sui petroliferi con il prezzo del petrolio in rialzo<br /><br />In una giornata in cui #WallStreet è chiusa per festività l'attenzione sarà concentrata soprattutto sule borse europee. L'apertura è attesa con un segno positivio, poi il focus sarà sui dati macro in arrivo. In mattinata si conoscerà la bilancia delle partite correnti dell' #eurozona a dicembre, mentre nel primo pomeriggio ci sarà la riunione dell'eurogruppo per votare il prossimo vicepresidente della Bce. Sempre nel pomeriggio la #Bce comunicherà l'ammontare di acquisti settimanali di covered #bond, Abs e titoli del settore pubblico e privato.<br /><br />A Milano da seguire #Creval  nel giorno di avvio dell'aumento di capitale da 700 milioni di euro e Poste italiane , che riunisce oggi il Cda per l'approvazione dei dati preconsuntivi consolidati. Occhi puntati sui petroliferi con il greggio che continua ad apprezzarsi.<br /><br />Da monitorare infine #Cad It , in scia alla notizia dell' #Opa totalitaria a 5,3 euro per azione. Su Aim Italia #Neodecortech  nel 2017 ha registrato ricavi netti in crescita del 10,4% anno su anno a quota 127,7 milioni di euro.<br /><br />Il dollaro ha perso terreno durante la seduta asiatica dopo il rimbalzo di venerdì scorso, con il Wsj Dollar Index, che confronta il biglietto verde con altre sedici valute, che cede ora lo 0,1% circa dopo aver guadagnato lo 0,4%.<br /><br />Le aspettative di un'accelerazione della crescita dell'economia nelle altre regioni al di fuori degli Usa e i timori sulla politica fiscale di #Washington hanno fatto deprezzare il biglietto verde del 3,5% da inizio anno. Secondo Barclays l'effetto della riforma fiscale Usa sarà più espansivo delle attese con un impatto importante sulle importazioni Usa e sulla crescita mondiale. E questo potrà portare Bce e BoJ a muoversi prima per normalizzare la politica monetaria secondo gli esperti di Barclays.<br /><br />Entrando nello specifico dei cambi, l'euro/dollaro tratta sopra 1,24 a 1,2418, il cross dollaro/yen è sopra quota 106 a 106,45.<br /><br />Intanto il prezzo del petrolio apre in rialzo. Sui mercati asiatici i future sul Light crude #Wti avanzano di 67 cent a 62,35 dollari e quelli sul #Brent crescono di 45 cent a 65,29 dollari al barile. A condizionare i mercati sono gli sforzi per prolungare i tagli alla produzione, controbilanciati dagli alti livelli produttivi negli Usa.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 29/01/2018

Borse Ue, atteso avvio di settimana in rialzo

In calendario un'asta #Bot a sei mesi per 6,5 mld. Settimana ricca di dati macro, oggi focus sui prezzi alla produzione di dicembre in Italia, domani #Pil preliminare della zona euro del quarto trimestre. Rallentano i prezzi all'import della Germania. Euro-dollaro a 1,2427. Petrolio poco mosso. A Piazza Affari da seguire #Cattolica, #Luxottica e i bancari

Si attende un avvio di settimana in rialzo per i mercati azionari europei. Lo borse asiatiche hanno invece perso slancio dopo che il dollaro è tornato...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 29/01/2018<br /><br />Borse Ue, atteso avvio di settimana in rialzo<br /><br />In calendario un'asta #Bot a sei mesi per 6,5 mld. Settimana ricca di dati macro, oggi focus sui prezzi alla produzione di dicembre in Italia, domani #Pil preliminare della zona euro del quarto trimestre. Rallentano i prezzi all'import della Germania. Euro-dollaro a 1,2427. Petrolio poco mosso. A Piazza Affari da seguire #Cattolica, #Luxottica e i bancari<br /><br />Si attende un avvio di settimana in rialzo per i mercati azionari europei. Lo borse asiatiche hanno invece perso slancio dopo che il dollaro è tornato a perdere terreno contro le principali valute asiatiche. Il #Nikkei ha terminato le contrattazioni in ribasso per la quarta seduta consecutiva, perdendo 2,54 punti a quota 23.629.<br /><br />Ennesimo triplo record venerdì a Wall Street: Il Dow Jones ha chiuso in rialzo dello 0,85%25 a 26.616,71 punti, l'S&P 500 dell'1,18%25 a quota 2.872,87 (si tratta del quattordocesimo massimo storico da inizio 2018, cosa che non accadeva dal giugno del 1955) e il #Nasdaq Composite dell'1,28%25 a 7.505,77 punti.<br /><br />Sul fronte valutario l'euro apre in frenata ma resta su valori molto alti dopo aver superato quota 1,25 dollari la settimana scorsa. Alle ore 8:15 la moneta europea passa di mano a 1,2427 dollari.<br /><br />Settimana ricca di aste nell'Eurozona. Oggi il Tesoro italiano emetterà 6,5 miliardi di #Bot a sei mesi e domani collocherà #Btp e #CCteu. Nel frattempo negli Usa il rendimento del #Treasury decennale ha chiuso in rialzo al 2,661%25 rispetto al 2,628%25 di giovedì scorso dopo la pubblicazione del Pil del quarto trimestre degli Usa. Nonostante il dato sia stato leggermente inferiore alle attese, gli Stati Uniti hanno comunque archiviato il 2017 in solida crescita.<br /><br />Lo #yield del #Treasury biennale, più sensibile alle mosse della #Fed in termini di tassi, ha toccato i massimi dal settembre del 2008. "Il mercato ha iniziato a intravedere un po' di inflazione in arrivo che dovrebbe aggiungersi al quadro" di crescita solida, commenta Jeff #MacDonald, head of fixed-income strategies di Fiduciary Trust Company International.<br /><br />Densa anche l'agenda macro. I prezzi all'import della #Germania di dicembre sono cresciuti del 1,1%25 a livello annuale, l'incremento meno consistente dal novembre del 2016, dopo il +2,7%25 di novembre e il +2,6%25 di ottobre. Su base mensile il dato salito dello 0,3%25. In mattina aattesi anche i prezzi alla produzione sempre di dicembre dell'Italia (ore 10:00). E' prevista la riunione dei ministri Ue per la finalizzazione della direttiva sulla #Brexit. Mentre gli Usa renderanno noti i dati sulle spese personali per consumi, sui redditi personali e sul deflatore di dicembre.<br /><br />Domani sarà la volta del Pil dell' #Eurozona preliminare del quarto trimestre, che dovrebbe aver mantenuto la velocità di crociera vista nei tre mesi precedenti. Sempre domani, nel primo pomeriggio, verrà diffusa anche l'inflazione preliminare della Germania. Mercoledì toccherà poi all'indice dei prezzi al consumo dell'area euro, mentre giovedì ai Pmi manifatturieri definitivi del Vecchio Continente. Venerdì infine verranno pubblicati l'inflazione dell'Italia e i prezzi alla produzione dell'Eurozona.<br /><br />I prezzi del petrolio trattano intorno alla parità, senza una direzione precisa. Alle ore 8:15 il #Wti sale dello 0,18%25 a 66,2 dollari e il #Brent scende dello 0,17%25 a 70,4 dollari.<br /><br />A Piazza Affari da seguire #Cattolica, che oggi ha alzato il velo sull'atteso piano indistriale 2018-2020, e su #Luxottica , che oggi pubblicherà i dati preliminari sul 2017.<br /><br />Attenzione anche ai #bancari. Intesa #Sanpaolo  in una nota ha dichiarato di apprendere "con sconcerto la notizia del possibile coinvolgimento giudiziale come preteso responsabile civile per reati di ostacolo alla vigilanza e aggiotaggio di cui sono accusati gli ex manager e sindaci di #VenetoBanca in liquidazione coatta", replicando che "il coinvolgimento di Intesa Sanpaolo  in vicende del passato che riguardano altri soggetti è contrario alla legge, ma ancor prima a ogni logica. Intesa Sanpaolo  non mancherà di difendersi in ogni sede e di esercitare ogni suo diritto legale e contrattuale".
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 23/01/2018

Borse Ue, previsto avvio intonato al rialzo. Focus sullo #Zew

Cresce l'attesa per il meeting della #Bce di giovedì mentre la Banca centrale del Giappone ha lasciato i tassi invariati. #Tokyo e Wall Street in rialzo sostengono l'azionario Ue. Euro in rialzo sul dollaro a 1,2251. A Piazza Affari da seguire #Ubi, #Fca e i titoli del risparmio gestito

Mentre cresce l'attesa per la riunione della #Bce, in calendario giovedì, per le borse Ue si prevede un'apertura positiva sulla scia di Tokyo, dove il #Nikkei ha chiuso stamane con un rialzo...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 23/01/2018<br /><br />Borse Ue, previsto avvio intonato al rialzo. Focus sullo #Zew<br /><br />Cresce l'attesa per il meeting della #Bce di giovedì mentre la Banca centrale del Giappone ha lasciato i tassi invariati. #Tokyo e Wall Street in rialzo sostengono l'azionario Ue. Euro in rialzo sul dollaro a 1,2251. A Piazza Affari da seguire #Ubi, #Fca e i titoli del risparmio gestito<br /><br />Mentre cresce l'attesa per la riunione della #Bce, in calendario giovedì, per le borse Ue si prevede un'apertura positiva sulla scia di Tokyo, dove il #Nikkei ha chiuso stamane con un rialzo dell'1,24%25, superando quota 24 mila per la prima volta dal novembre 1991 dopo la fine dello #shutdown del Governo Usa e le solide trimestrali americane che hanno aumentato la fiducia degli investitori. Nel frattempo in Giappone, come da attese, la Banca centrale ha lasciato i tassi fermi e ha confermato la guidance, affermando che le aspettative di inflazione sono poco variate.<br /><br />Ennesimo triplo record infine ieri a Wall Street: il Dow Jones è salito dello 0,55%25 a 26.214,6 punti, l'S&P 500 dello 0,81%25 a 2.832,97 punti e il #Nasdaq Composite dello 0,98%25 a 7.408,03 punti.<br /><br />In questo scenario il dollaro ha continuato a perdere terreno durante la seduta asiatica: lo shutdown del Governo è terminato ma gli investitori sono tornati a focalizzarsi su un'accelerazione dell'inasprimento delle politiche monetarie al di fuori degli Usa. In vista del meeting della Bce la moneta unica tratta stamani (ore 8:00) a 1,2251 contro il biglietto verde, in rialzo rispetto dagli 1,2239 della chiusura di ieri sui mercati europei.<br /><br />Negli Usa il rendimento del #Treasury decennale ieri è salito per la quarta seduta consecutiva e ha chiuso al 2,663%25, sui massimi dall'aprile del 2014, rispetto al 2,639%25 di venerdì scorso.<br /><br />Intanto nell'Eurozona la Grecia è sempre più vicina all'uscita dal piano di salvataggio. L'Eurogruppo ha riconosciuto i progressi di Atene nell'implementazione delle riforme e ha dato l'ok all'esborso di 6,7 miliardi di euro che dovrebbero essere erogati a inizio febbraio. La fase finale del programma di aiuti dell'Esm dovrebbe terminare ad agosto.<br /><br />Il prezzo del #petrolio è in rialzo sulla scia delle dichiarazioni incoraggianti riguardo a un calo della produzione e di un dollaro debole. Alle ore 8:00 il #Wti guadagna lo 0,6%25 a 63,7 dollari. Il #Brent avanza dello 0,56%25 a 69,4 dollari.<br /><br />Sul fronte macro attesa per l'indice Zew (fiducia delle imprese) della Germania (ore 11:00), per l'indice preliminare di fiducia dei consumatori della zona euro di gennaio (ore 16:00) e per l'indice settimanale Redbook Usa (14:55).<br /><br />E' previsto l'incontro dei principali leader e banchieri centrali mondiali al World Economic Forum di Davos. In agenda anche la riunione dell'Ecofin e la pubblicazione della Bank Lending Survey della #Bce (ore 10:00).<br /><br />A Piazza Affari focus su #Ubi che, come riportato da MF-Milano Finanza, avrebbe allo studio una cessione di sofferenze di importo significativo che potrebbe attestarsi almeno attorno al miliardo di euro, mentre finora il gruppo ha preferito gestire internamente il credito deteriorato.<br /><br />Sempre tra i bancari da segnalare il +5,46%25 messo a segno ieri dal Banco Bpm : la performance positiva è stata alimentata dalla notizia che Capital Research and Management Company detiene attraverso i propri fondi d'investimento una partecipazione del 5,155%25 nel capitale della banca.<br /><br />Tra gli industriali si evidenzia che Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo su Fca  (19,69 euro la chiusura di ieri) da 17,5 a 22 euro, confermando il giudizio buy.<br /><br />Da seguire anche i titoli del risparmio gestito in vista dei dati di raccolta del 2017 che Assogestioni divulgherà in mattinata. Sotto i riflettori Leonardo  che, come riporta sempre MF-Milano Finanza, sta lavorando alle ultime caselle della nuova struttura per il rilancio commerciale.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

Borse Ue, atteso avvio in rialzo. Focus su #Eni

Il Pil della #Cina è salito del 6,9%25 nel 2017, il valore più alto dal 2010. L'euro-dollaro torna sotto quota 1,22. Focus sull'indice #Fed Filadelfia di gennaio. A Wall Street trimestrali di #Ibm e Morgan Stanley. A Piazza Affari da seguire il titolo del cane a sei zampe, che ha ricevuto il buy di #Kepler

E' prevista un'apertura in territorio positivo per i listini azionari europei, con il future sul #Dax in rialzo di 91 punti e quello sul #Ftse100 di 17 punti, sulla scia dei nuovi record di ieri di Wall Street. Le borse dell'area Asia...
Mostra di più

Borse Ue, atteso avvio in rialzo. Focus su #Eni<br /><br />Il Pil della #Cina è salito del 6,9%25 nel 2017, il valore più alto dal 2010. L'euro-dollaro torna sotto quota 1,22. Focus sull'indice #Fed Filadelfia di gennaio. A Wall Street trimestrali di #Ibm e Morgan Stanley. A Piazza Affari da seguire il titolo del cane a sei zampe, che ha ricevuto il buy di #Kepler<br /><br />E' prevista un'apertura in territorio positivo per i listini azionari europei, con il future sul #Dax in rialzo di 91 punti e quello sul #Ftse100 di 17 punti, sulla scia dei nuovi record di ieri di Wall Street. Le borse dell'area Asia Pacifico sono prevalentemente sopra la parità, grazie alla forza delle banche cinesi e dei titoli del comparto tech e alla chiusura sui massimi della borsa Usa (il Dow Jones e l'S&P 500 hanno registrato la migliore seduta da novembre) dove oggi sono attese le trimestrali di #AmericanExpress, Ibm e Morgan Stanley. Debole invece il #Nikkei che ha lasciato sul terreno lo 0,4%25 a 23.763 punti.<br /><br />Sul fronte macro buone notizie in arrivo dalla #Cina, dove il #Pil 2017 è cresciuto del 6,9%25 nel 2017 (rispetto al +6,7%25 del 2016), il valore più alto da sette anni a questa parte ovvero dal 2010, mentre quello del quarto trimestre è risultato pari al 6,8%25, battendo le attese che indicavano un +6,7%25.<br /><br />Seduta scarna di dati macri di rilievo per l'Ue, dagli Usa arriveranno le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, i dati sull'avvio dei cantieri di nuove case con i permessi per nuove costruzioni a dicembre e l'indice Fed Filadelfia di gennaio (tutti alle 14:30).<br /><br />Alle 09:15 è atteso un intervento di discorso di Jens Weidmann, presidente della #Bundesbank e membro della #Bce, che resta critico nei confronti del Qe varato dal presidente Mario #Draghi. Nei giorni scorsi il banchiere ha detto che gli acquisti della Bce, avviati a marzo 2015, potrebbero finire già quest’anno. Intanto il cambio euro/dollaro è sceso stamani sotto quota 1,22 rispetto alla chiusura di ieri sui mercati europei (a 1,2203) e tratta a 1,2194. Il biglietto verde ha guadagnato terreno durante la seduta asiatica dopo che #Apple  ha affermato che rimpatrierà 38 miliardi di dollari di utili per via dei recenti cambiamenti alla riforma fiscale, fattore che porterà quindi a un aumento di domanda del biglietto verde.<br /><br />I prezzi del petrolio trattano intorno alla parità, senza una direzione precisa. Il #Wti sale dello 0,03%25 a 63,99 dollari al barile, mentre il #Brent scende dello 0,07%25 a 69,33 dollari.<br /><br />A Piazza Affari focus sui petroliferi, con Kepler Cheuvreux che ha alzato da hold a buy la raccomandazione su #Eni . Sotto i riflettori anche il settore auto dopo che #Fca , grazie alle vendite di #Alfa Romeo, ha superato Bmw  e Ford, come scrive MF-Milano Finanza, nella classifica sulle immatricolazioni Ue nel 2017.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 12/01/2018

Per le borse Ue si profila un avvio sopra la parità

Attesa per i dati sull'inflazione e le vendite al dettaglio Usa in uscita nel pomeriggio (14:30). L'euro sale ancora contro il dollaro (1,2053). Ritraccia leggermente il prezzo del petrolio. A Piazza Affari da seguire #doBank, #Fca e #Yoox Net-A-Porter

Ultima seduta della settimana vista in moderato rialzo per le borse europee. La maggior parte delle borse asiatiche è positiva in scia all'ennesimo triplo record registrato a Wall Street. Debole però il #Nikkei, che ha chiuso in calo per la terza...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 12/01/2018<br /><br />Per le borse Ue si profila un avvio sopra la parità<br /><br />Attesa per i dati sull'inflazione e le vendite al dettaglio Usa in uscita nel pomeriggio (14:30). L'euro sale ancora contro il dollaro (1,2053). Ritraccia leggermente il prezzo del petrolio. A Piazza Affari da seguire #doBank, #Fca e #Yoox Net-A-Porter<br /><br />Ultima seduta della settimana vista in moderato rialzo per le borse europee. La maggior parte delle borse asiatiche è positiva in scia all'ennesimo triplo record registrato a Wall Street. Debole però il #Nikkei, che ha chiuso in calo per la terza seduta consecutiva lasciando sul terreno lo 0,2%25 a 23.653 punti in scia al rafforzamento dello yen nei confronti del dollaro. Negli Usa il Dow Jones ha terminato le contrattazioni con un rialzo dello 0,81%25 con nuovo massimo storico a 25.574 punti, l' #S&P500 dello 0,7%25 a quota 2.767 e il Nasdaq Composite dello 0,81%25 a 7.211 punti.<br /><br />L'euro è tornato a rafforzarsi sul dollaro e stamani alle ore 8:00 quota 1,2045 in rialzo rispetto agli 1,2017 della chiusura di ieri sui mercati europei per via di un atteggiamento più falco del previsto della Bce emerso dalle bozze dei verbali dell'ultima riunione di metà dicembre della banca centrale pubblicati ieri.<br /><br />Sul fronte macro, c'è molta attesa per l'inflazione Usa e le vendite al dettaglio di dicembre (ore 14:30). In Europa invece la Spagna alle ore 9:00 pubblica l'inflazione armonizzata di dicembre finale e alla stessa ora dall'Italia arriverà il dato sulla produzione industriale di novembre.<br /><br />Nel frattempo ritraccia leggermente il prezzo del petrolio. Il #Wti cede lo 0,41%25 a 63,5 dollari al barile mentre #Brent segna una flessione dello 0,04%25 a 69,2 dollari al barile.<br /><br />A Piazza Affari da seguire doBank che, come riportato oggi da MF-Milano Finanza, sarebbe arrivato in finale in una gara con una trentina di investitori per la gestione di un'ampia parte di npl greci per un valore nominale iniziale di 2 miliardi di euro.<br /><br />Sul fronte dei bancari, reduci da una seduta in rialzo, nella serata di ieri Monte dei Paschi  di Siena ha comunicato di aver chiuso con successo un'emissione obbligazionaria subordinata Tier 2 a tasso fisso con scadenza a 10 anni, per un ammontare di 750 milioni di euro.<br /><br />Focus anche su #Fca , protagonista di forti guadagni in questo avvio d'anno (anche ieri il titolo ha aggiornato un nuovo massimo storico in chiusura a 19 euro, +2,2%25). Il gruppo ha detto che investirà 1 miliardo di dollari nello spostamento della produzione dei furgoni pesanti Ram dal Messico al Michigan, un'operazione che dovrebbe tutelare l'azienda dai possibili cambiamenti alla normativa Nafta proposti dall'amministrazione #Trump.<br /><br />Infine, nel comparto del lusso si evidenzia che #Jefferies ha confermato la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 38 euro su #Yoox  Net-A-Porter (29,66 euro la chiusura di ieri del titolo).
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 28/12/2017

Previsto avvio poco mosso a Milano

È prevista un'apertura in leggero rialzo per le borse europee in una giornata che sarà ancora segnata da scambi sottili. In Piazza Affari occhi puntati su Banco #Bpm e sui petroliferi

È prevista un'apertura in leggero rialzo per le borse europee in una giornata che sarà ancora segnata da scambi sottili. I future sul #Dax 30 sono in aumento frazionale dello 0,05%25 e quelli sul #Ftse100 salgono dello 0,18%25. L'euro apre in rialzo gli scambi sui mercati valutari europei. La moneta unica passa di mano a 1,1930...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 28/12/2017<br /><br />Previsto avvio poco mosso a Milano<br /><br />È prevista un'apertura in leggero rialzo per le borse europee in una giornata che sarà ancora segnata da scambi sottili. In Piazza Affari occhi puntati su Banco #Bpm e sui petroliferi<br /><br />È prevista un'apertura in leggero rialzo per le borse europee in una giornata che sarà ancora segnata da scambi sottili. I future sul #Dax 30 sono in aumento frazionale dello 0,05%25 e quelli sul #Ftse100 salgono dello 0,18%25. L'euro apre in rialzo gli scambi sui mercati valutari europei. La moneta unica passa di mano a 1,1930 dollari. La divisa europea cede lievemente terreno nei confronti dello #yen a quota 134,59. Dollaro/yen a 112,80.<br /><br />Dal punto di vista macro continuano ad arrivare segnali positivi per l'economia dell'area euro. La disoccupazione è calata in Francia: il dato relativo ai disoccupati è calato dello 0,8%25 mese su mese, arrivando a 3.454.100 persone a novembre. Nel pomeriggio verranno diffuse dagli Usa le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione.<br /><br />A piazza Affari da seguire ancora Banco Bpm , che ha reso noto di superare ampiamente i requisiti prudenziali indicati dalla #Bce. Sempre tra i finanziari, Banca Imi ha ridotto il prezzo obiettivo su #Anima  da 8,5 a 7,7 euro (6,195 euro la chiusura di ieri), confermando la raccomandazione buy. Occhi puntati ancora sui petroliferi che si stanno apprezzando grazie al rialzo del prezzo del greggio, che in apertura tratta in lieve rialzo. I contratti #Wti con scadenza a febbraio avanzano dello 0,22%25 a 59,77 dollari. Il #Brent del mare del Nord sale a 66,62 dollari al barile.<br /><br />Dal punto di vista dell'obbligazionario i rendimenti dei Treasury sono calati, poiché alcuni investitori stanno spostando i profitti realizzati sull'azionario verso asset più sicuri. Nel dettaglio, il costo di finanziamento del decennale statunitense è pari al 2,425%25, rispetto al 2,467%25 di ieri. Il Governo statunitense sta realizzando le ultime aste dell'anno, ed oggi dovrebbe concludere le emissioni con dei Note a sette anni.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 27/12/2017

Prevista apertura in leggero rialzo per Piazza Affari

Sulla scia di quanto si è visto in #Giappone è prevista un'apertura in leggero rialzo per le borse europee, Piazza Affari compresa. In tutti i listini europei ci sarà attenzione sui titoli legati a #oil ed energia, come già è avvenuto in Asia. Ma anche alle azioni che possono beneficiare della riforma fiscale Usa

Sulla scia di quanto si è visto in Giappone è prevista un'apertura in leggero rialzo per le borse europee, Piazza Affari compresa. In tutti i listini europei ci sarà attenzione sui titoli...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 27/12/2017<br /><br />Prevista apertura in leggero rialzo per Piazza Affari<br /><br />Sulla scia di quanto si è visto in #Giappone è prevista un'apertura in leggero rialzo per le borse europee, Piazza Affari compresa. In tutti i listini europei ci sarà attenzione sui titoli legati a #oil ed energia, come già è avvenuto in Asia. Ma anche alle azioni che possono beneficiare della riforma fiscale Usa<br /><br />Sulla scia di quanto si è visto in Giappone è prevista un'apertura in leggero rialzo per le borse europee, Piazza Affari compresa. In tutti i listini europei ci sarà attenzione sui titoli legati a oil ed energia, come già è avvenuto in Asia. Ma anche alle azioni che possono beneficiare della riforma fiscale Usa. Iniziano infatti a essere comunicate le prime stime.<br /><br />Shell stima un aumento ricavi da 2 a 2,5 miliardi di dollari Usa per la riforma voluta dal presidente Usa Donald #Trump, mentre per #Bmw  l'impatto sui profitti netti sarà in un range tra 950 milioni e 1,55 miliardi di euro per il bilancio 2017.<br /><br />A Piazza Affari occhi puntati sui #petroliferi e i titoli legati all'energia dopo il rialzo del prezzo del petrolio e sui bancari. Povera l'agenda di dati macro. L'attenzione su questo fronte è catalizzata dall'indice di fiducia dei consumatori americani a dicembre, in pubblicazione nel pomeriggio.<br /><br />L'euro tratta in leggero rialzo sia nei confronti del dollaro che della sterlina. Nel dettaglio, il cambio euro/dollaro avanza dello 0,08%25 a 1,1880 mentre il cross euro/sterlina dello 0,1%25 a quota 0,8878. Il biglietto verde, a sua volta, ha invece aumentato le proprie perdite in Asia, con il Wall Street Journal Dollar Index in calo dello 0,1%25 circa a quota 86,73.<br /><br />Nel frattempo, il #Bitcoin rimane all'interno del range tra i 15.500 dollari e i 16.000 dollari, con il volume di scambi in #criptovalute che pare essere diminuito.<br /><br />Per quanto riguarda il mercato obbligazionario i #Treasury statunitensi a breve termine si sono indeboliti nella giornata di ieri, con il Dipartimento del Tesoro Usa che ha venduto 26 miliardi di dollari di note a due anni. I rendimenti dei titoli di Stato americani a scadenza biennale sono saliti per il quinto giorno consecutivo, raggiungendo l'1,903%25 rispetto all'11894%25 di venerdì. Il costo di finanziamento decennale di Washington è invece sceso per la terza sessione di seguito, passando dal 2,486%25 al 2,467%25. I rendimenti dei Treasury biennali sono solitamente più sensibili alla aspettative dei mercati sulla politica monetaria della Federal Reserve, mentre quelli sui decennali risentono solitamente delle stime sull'inflazione e sulla crescita. Al momento, la #Fed sembra intenzionata a procedere con 3 rialzi dei tassi d'interesse nel 2018 e con altri 2 nel 2019.<br /><br />Quotazioni del petrolio in leggero ribasso sui mercati asiatici, dopo i rialzi di ieri. Il barile di light sweet crude, con consegna a febbraio, cede nei circuiti elettronici 25 centesimi a 59,72 dollari. Al mercato dei future di Londra, il barile di #Brent con consegna a febbraio sale invece del 2,90%25 attestandosi a 66,68 dollari.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 15/12/2017

Borse Ue, avvio previsto sotto la parità

Cautela sulla scia della chiusura negativa di Wall Street a causa dei rinnovati timori sull'approvazione della riforma fiscale Usa entro Natale. L'euro torna sotto 1,18 sul dollaro. Petrolio ancora in rialzo. A Milano focus su #Ferragamo, #Creval e #Bper

Atteso un avvio in leggero ribasso per le borse europee in scia alla chiusura negativa di Wall Street a causa dei rinnovati timori sul passaggio della riforma fiscale entro Natale. Deboli anche le borse asiatich, con il #Nikkei che ha lasciato sul terreno lo...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 15/12/2017<br /><br />Borse Ue, avvio previsto sotto la parità<br /><br />Cautela sulla scia della chiusura negativa di Wall Street a causa dei rinnovati timori sull'approvazione della riforma fiscale Usa entro Natale. L'euro torna sotto 1,18 sul dollaro. Petrolio ancora in rialzo. A Milano focus su #Ferragamo, #Creval e #Bper<br /><br />Atteso un avvio in leggero ribasso per le borse europee in scia alla chiusura negativa di Wall Street a causa dei rinnovati timori sul passaggio della riforma fiscale entro Natale. Deboli anche le borse asiatich, con il #Nikkei che ha lasciato sul terreno lo 0,6%25. Tornando agli Usa il Dow Jones, dopo aver aggiornato il massimo storico intraday a 24.672,48 punti in avvio di seduta, ha lasciato sul terreno lo 0,31%25, l'S&P 500 lo 0,41%25 e il Nasdaq Composite lo 0,28%25 visto l'ennesimo stop sul fronte della riforma fiscale.<br /><br />Tra i dati macro, seduta scarna di indicatori di rilievo in Europa. Focus sugli Usa che alle 14:30 pubblicheranno l'indice empire manufacturing per il mese di dicembre e a seguire (15:15) la produzione industriale di novembre. In agenda oggi la seconda giornata della runione del Consiglio europeo. Partecipa anche il presidente della #Bce, Mario Draghi.<br /><br />Intanto si registra un'apertura in ribasso per l'euro, che viene scambiato a inizio seduta a 1,1784 nei confronti del biglietto verde dagli 1,845 di ieri. Il dollaro sta beneficiando della maggiore fiducia degli investitori sul fatto che la crescita economica è forte. La moneta statunitense ha beneficiato anche dell'atteggiamento da colomba mantenuto dalla Bce: per l'istituto la ripresa sta guadagnando slancio, ma l'accomodamento monetario è sempre necessario per il ritorno dell'inflazione al target.<br /><br />Nel frattempo il prezzo del petrolio è ancora in rialzo a causa della chiusura e della messa in sicurezza dell'oleodotto #Forties, che parte dal Mare del Nord, in attesa che il suo operatore Ineos faccia nuove ispezioni della sottile crepa che ne ha causato la chiusura.<br /><br />Il Wti sale dello 0,37%25 a 57,25 dollari e il #Brent è a quota 63,52 dollari, +0,33%25. Con la chiusura di Forties e la riduzione dell'offerta, tale arresto favorisce un rialzo dei prezzi, proprio quando l'Aie, l'Agenzia internazionale dell'Energia, ha contraddetto le previsioni dell' #Opec per il 2018, secondo cui invece la crescita dell'offerta potrebbe sorpassare la domanda.<br /><br />A Milano da seguire Salvatore Ferragamo , che ha reso noto che non potrà confermare le stime di crescita attese per il 2017. In una nota diffusa ieri in serata il gruppo ha spiegato che il cda ha preso atto di un "prolungamento all'esercizio 2018 della fase di transizione che ha caratterizzato il 2017 e dei relativi riflessi sulle ambizioni di medio periodo enunciate nella comunicazione al mercato del 3 febbraio 2017 che ha ritenuto di non poter confermare in quanto più difficilmente perseguibili".<br /><br />Attenzione anche a #Creval  dopo che, come scrive MF-Milano Finanza, la società Dgfd riconducibile all'imprenditore francese Denis #Dumont, "intende votare positivamente in sede di assemblea e successivamente aderire alla sottoscrizione dell'aumento di capitale quantomeno in proporzione alla quota detenuta".<br /><br />Infine, scrive sempre MF-Milano Finanza, in queste ultime settimane dell'anno #Bper  avrebbe avviato il lavoro per allestire una cartolarizzazione su un portafoglio fino 1,8 miliardi di nominale. Un'operazione impegnativa che entrerà nel vivo nel mese di gennaio per chiudersi tra la fine del 2018 e, al più tardi, il primo trimestre del 2019 e per la quale sarà richiesta la garanzia pubblica (gacs) per la tranche senior.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 11/12/2017

Borse Ue, previsto avvio poco sopra la parità in attesa di #Fed e #Bce

Seduta scarna di dati macro. Da domani si intensificherà l'elenco degli appuntamenti: il focus è sulla la riunione delle banche centrali Usa (mercoledì) e Ue (giovedì). Euro sotto 1,18 contro il dollaro. A Piazza Affari da seguire #Unicredit e Salini #Impregilo

Atteso un avvio poco sopra la parità per le borse europee mentre l'attenzione dei mercati è tutta rivolta alla Fed e alla #Bce. Martedì inizia il meeting del #Fomc, il braccio operativo della Fed, che si concluderà il...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 11/12/2017<br /><br />Borse Ue, previsto avvio poco sopra la parità in attesa di #Fed e #Bce<br /><br />Seduta scarna di dati macro. Da domani si intensificherà l'elenco degli appuntamenti: il focus è sulla la riunione delle banche centrali Usa (mercoledì) e Ue (giovedì). Euro sotto 1,18 contro il dollaro. A Piazza Affari da seguire #Unicredit e Salini #Impregilo<br /><br />Atteso un avvio poco sopra la parità per le borse europee mentre l'attenzione dei mercati è tutta rivolta alla Fed e alla #Bce. Martedì inizia il meeting del #Fomc, il braccio operativo della Fed, che si concluderà il giorno seguente e giovedì si runirà la Bce. Si tratta in entrambi i casi dell'ultimo appuntamento del 2017 e se per la Bce la previsione è per un nulla di fatto sul fronte tassi, la #Fed invece dovrebbe alzare il costo del denaro di 25 punti base.<br /><br />In rialzo #Tokyo, dove il #Nikkei ha registrato un progresso dello 0,6%25. Si profila intanto una seduta scarna di dati macro. L'unico indicatore di rilievo in agenda oggi è quello relativo alle vendite al dettaglio di ottobre in Italia, in arrivo alle ore 10:00. Da domani si intensificherà l'elenco degli appuntamenti. Si attendono, in particolare, lo #Zew di dicembre martedì e l'inflazione a novembre in Germania mercoledì.<br /><br />Nel frattempo il petrolio è in calo sui mercati asiatici. Il #Wti cede 20 centesimi a 57,16 dollari al barile e il #Brent lascia sul terreno 28 centesimi a 63,12 dollari al barile. Mentre l'euro/dollaro tratta sotto 1,18 a 1,1782.<br /><br />A Piazza Affari da seguire sempre i bancari. Focus, in particolare, su Unicredit  in attesa del Capital Markets Day di domani, in cui la banca fornirà un aggiornamento del suo piano Transform 2019.<br /><br />Tra gli industriali si segnala invece Salini Impregilo , che ha annunciato di essersi aggiudicata contratti per 490 milioni di dollari in Oman, Abu Dhabi e negli Stati Uniti.<br /><br />Infine, sull' #Aim Italia si evidenzia il debutto di Ideami , prima #spac istituzionale lanciata da Banca Imi e Dea Capital , che ha raccolto 250 milioni di euro, dedicata alla ricerca di target tra società italiane di medie dimensioni, non quotate, con elevato potenziale di creazione di valore.
PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 11 mesi fa

#PrimePagine #MilanoFinanza

Segno più per Piazza Affari, bene Enel

Borse europee in frazionale rialzo dopo che la Germania ha registrato un inatteso calo della produzione industriale

Borse europee in frazionale rialzo in avvio dopo che la Germania ha registrato un inatteso calo della produzione industriale. A ottobre è arretrata dell'1,4%25 mensile, a fronte di un atteso +0,75%25 e dopo il -0,9%25 di settembre (dato rivisto dall'iniziale -1,6%25). Giù del 2,7%25 anche la produzione dei beni d'investimento e dell'1,3%25 l'edilizia, mentre il settore dell'energia è salito del 5,1%25.

Invece si...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

BORSE UE, PER LA PRIMA SEDUTA DI DICEMBRE PREVISTO UN AVVIO CAUTO.

Sul sentiment pesa il rinvio del voto del Senato Usa sulla riforma fiscale. Attesa per i pmi della zona euro dopo il dato deludente di ieri sull'inflazione. L'euro torna sopra 1,19 contro il dollaro. #Petrolio stabile dopo l'accordo tra i Paesi produttori. A Piazza Affari da seguire #Carige, #Mediobanca , #Telecom e #Autogrill

Per la prima seduta di dicembre è prevista un'apertura in lieve calo sui listini azionari europei. Sul sentiment pesa il rinvio del voto del Senato Usa sulla riforma...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

BORSE UE, ATTESO AVVIO IN MODERATO RIBASSO

Tra i dati macro attenzione all'inflazione preliminare di novembre dell'Italia e della zona euro. A ottobre vendite al dettaglio in #Germania in calo dell'1,2%25, meno delle attese (+0,4%25). Focus sulla riunione a Vienna dei Paesi #Opec e non Opec sugli eventuali tagli alla produzione di petrolio che nel frattempo sale. A Piazza Affari da seguire #Creval e #Unicredit

E' prevista un'apertura in lieve calo sui listini azionari europei. Il #Nikkei è salito dello 0,6%25 a quota 22.274,96 punti, ma la performance delle borse...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

#BorseUe, atteso avvio di settimana in leggero ribasso

Focus sulla fiducia dei consumatori e delle imprese di novembre in Italia. In agenda un'asta di #Ctz a due anni. L'euro resta sopra 1,19 sul dollaro. A Piazza Affari da seguire sempre i bancari dopo l'anticipazione di MF-MIlano Finanza sugli #npl, #Mediaset, #Fca ed #Enel

Atteso un avvio di settimana in leggero ribasso per i listini europei. Chiusura in territorio negativo questa mattina per il #Nikkei, che ha perso lo 0,2%25. Infine a Wall Street venerdì, in una seduta a mezzo servizio per il #blackfriday, il...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

#BorseUe attese caute senza #WallStreet e #Tokyo. Focus sui #pmi

Mentre Usa e Giappone oggi sono chiuse per festività, l'attenzione degli investitori si concentra sui dati macro in arrivo dalla zona euro. In Germania il pil definitivo del terzo trimestre confermato a +2,8%2525. L'euro torna sopra 1,18. A Piazza Affari da seguire #Carige, #Mps, #Mediobanca e #Telecom. Equita debutta sull'Aim

Mentre Wall Street oggi resterà chiusa per il Giorno del Ringraziamento e anche la borsa Tokyo è rimasta ferma in occasione della festività del Labor #Thanksgiving day, è...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

#PiazzaAffari, prevista apertura in rialzo

Il focus a Milano sarà sui titoli bancari nel giorno in cui prende il via l'aumento di capitale di Banca #Carige. Occhi puntati anche su #Enel dopo la presentazione del piano industriale

Prevista un'apertura in lieve rialzo a Piazza Affari e sugli altri listini europei sulla scia delle chiusure positive in #Asia e a #WallStreet. Il focus a Milano sarà sui titoli bancari nel giorno in cui prende il via l'aumento di capitale di Banca Carige . Occhi puntati anche su Enel dopo la presentazione del piano industriale. Ieri il...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

#BorseUe, atteso avvio sulla parità

In assenza di dati macro rilevanti i listini europei dovrebbero aprire poco mossi. Dopo lo scivolone di ieri l'euro si stabilizza sul dollaro a 1,1744. A Piazza Affari focus sul piano industriale al 2020 di #Enel. Da seguire anche #Carige, #Creval e #Telecom

E' prevista un'apertura intorno alla parità sui listini azionari europei. Bene le borse asiatiche nel complesso. In Giappone il 3Nikkei ha archiviato la seduta con un rialzo dello 0,7%25 a 22.416,48 punti. Chiusura in territorio positivo anche per #WallStreet, con il...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

#BorseUe, atteso avvio in calo dopo il fallimento della #Merkel

Pesa l'incertezza dovuta allo stallo in #Germania dei colloqui per la formazione del nuovo governo. L'euro scende a 1,1739 sul dollaro. Negli Usa focus sul super indice di ottobre. A Piazza Affari attesa la decisione #Consob su #Carige. Da seguire Enel alla vigilia della presentazione del piano industriale

E' prevista un'apertura in calo sui listini azionari europei a causa dell'incertezza dovuta al fallimento in Germania dei colloqui tra Angela Merkel, l' #Fdp e i Verdi per la formazione della...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#BorseUe, atteso avvio poco mosso

L'euro è tornato sopra quota 1,18 sul dollaro. Non sono previsti dati macro di rilievo. In agenda un intervento del presidente della #Bce, Mario Draghi. A Piazza Affari focus sempre su #Carige, #Creval e #Mps. Da seguire anche #Saipem

E' prevista un'apertura poco mossa sui listini azionari europei mentre nell'azionario giapponese il #Nikkei, che nella prima parte della seduta è arrivato a guadagnare l'1,8%25, ha terminato le contrattazioni in rialzo solo dello 0,2%25 a 22.396,8 punti. Ottima chiusura invece a Wall Street, che ha interrotto la serie...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

#BorseUe, atteso avvio in moderato ribasso

Focus negli Usa su inflazione e vendite al dettaglio di ottobre. L'euro torna a rafforzarsi e tocca 1,18 dollari al top da tre settimane. Si conclude la tre giorni del collocamento retail del #Btp Italia. #Brent giù dell'1,3%25. A Piazza Affari da seguire #Carige, che oggi decide il prezzo dell'aumento di capitale, #Leonardo e #Astaldi

E' prevista un'apertura appena sotto la parità per i listini azionari europei dopo il rally di ottobre e a causa della debolezza dei prezzi del petrolio e delle #commodity, oltre ai...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 12 mesi fa

#PRIMEPAGINE #MilanoFinanza

#BorseUe, atteso avvio cauto. Focus sullo Zew

Nel terzo trimestre il #pil della #Germania sale dello 0,8%25, oltre le attese. In agenda anche il dato sulla crescita economica dell'Italia e della zona euro. Secondo giorno di collocamento dei Btp Italia. Euro-dollaro stabile a 1,1668. A Piazza Affari da seguire sempre i bancari, #Leonardo e #Iren

Per oggi è prevista ancora cautela sui mercati azionari europei ed è attesa un'apertura appena sotto la parità. Borse deboli anche in Asia, con il #Nikkei che ha chiuso piatto. Chiusura poco mossa anche a Wall Street, con gli...
Mostra di più

PRIME PAGINE ha condiviso una foto. 1 anno fa

#Tokyo #Nikkei #Honda #Sony #Yen #Brent

Tokyo ai massimi dal 1996

L'indice Nikkei ha chiuso un'altra seduta in rialzo (+0,53%25 a 22.539) sulla scia degli annunci di un aumento delle stime degli utili di fine anno di alcune big corporate. Il Brent resta sopra quota 60 dollari

Un'altra seduta in buon rialzo per la borsa di Tokyo che, dopo il +1,9%25 di ieri, oggi sale ancora e tocca i massimi dal giugno 1996. A fare da traino sono stati Honda e Sony dopo gli annunci di un aumento delle stime sugli utili di fine anno. L'indice Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,53%25 a quota 22.539,12 punti. Il...
Mostra di più