Resta Connesso!

Vieni ed entra nella nostra community. Espandi il tuo network e conosci nuove persone!

Accedi con Facebook
Andrea Aurnia ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo Mister Banca

Calendario economico della settimana che va dal 29 ottobre al 2 novembre 2018. Particolare attesa per la giornata del 29 ottobre quando saranno comunicati i dati relativi all’asta di BOT italiani con scadenza a 6 mesi; il 30 ottobre ISTAT pubblicherà i dati relativi al PIL annuale e trimestrale, e in data 2 novembre, sarà comunicato l’Indice PMI manifatturiero relativo all’Eurozona.
www.mrbanca.com/calendario-economico-29-ottobre-2-…
Seguiteci sul nostro canale Telegram : t.me/joinchat/FoVzKxBz4iqyaI3wV33xig
#mrbanca #calendarioeconomico #marketmover #misterbanca #mercato #investimenti...
Mostra di più

Calendario economico della settimana che va dal 29 ottobre al 2 novembre 2018. Particolare attesa per la giornata del 29 ottobre quando saranno comunicati i dati relativi all’asta di BOT italiani con scadenza a 6 mesi; il 30 ottobre ISTAT pubblicherà i dati relativi al PIL annuale e trimestrale, e in data 2 novembre, sarà comunicato l’Indice PMI manifatturiero relativo all’Eurozona.<br />http://www.mrbanca.com/calendario-economico-29-ottobre-2-novembre-2018/<br />Seguiteci sul nostro canale Telegram : https://t.me/joinchat/FoVzKxBz4iqyaI3wV33xig<br />#mrbanca #calendarioeconomico #marketmover #misterbanca #mercato #investimenti #investments #trading #trade #broker #eventi #PMI #Manufatturiero #Eurozona #indice
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 01/06/2018

A Piazza Affari previsto un avvio positivo. Spread in calo a 228

Apertura nell'ordine del +1,5%25 dopo il nuovo Governo. Attesa una partenza più cauta negli altri listini europei per via di dazi e di Db. Attenzione ai pmi di zona euro e Usa. Dagli Stati Uniti arriveranno anche i dati sul mercato del lavoro. Euro in leggero calo sul dollaro a 1,1675. Da seguire #Fca che presenta il piano al 2022

Il nuovo govero all'esame di Piazza Affari, che ieri ha scontato soltanto nelle ultime battute degli scambi, chiudendo sulla parità (-0,06%25), i primi...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 01/06/2018<br /><br />A Piazza Affari previsto un avvio positivo. Spread in calo a 228<br /><br />Apertura nell'ordine del +1,5%25 dopo il nuovo Governo. Attesa una partenza più cauta negli altri listini europei per via di dazi e di Db. Attenzione ai pmi di zona euro e Usa. Dagli Stati Uniti arriveranno anche i dati sul mercato del lavoro. Euro in leggero calo sul dollaro a 1,1675. Da seguire #Fca che presenta il piano al 2022<br /><br />Il nuovo govero all'esame di Piazza Affari, che ieri ha scontato soltanto nelle ultime battute degli scambi, chiudendo sulla parità (-0,06%25), i primi dettagli sui nomi del nuovo esecutivo (Giuseppe #Conte premier, Matteo #Salvini e Luigi #DiMaio vicepremier rispettivamente agli Interni e al Lavoro) comunicati ufficialmente in serata. <br /><br />A Giovanni #Tria è andato il ministero dell'Economia e delle Finanza, Paolo Savona quelli degli Affari europei e Enzo Moavero Milanesi gli Esteri. E' questo lo schema che ha permesso a formazione di un governo sostenuto da una maggioranza tra Lega e Movimento Cinque Stelle. Per il #FtseMib si attende una partenza nell'ordine del +1,5%25, perché il mercato apprezza la ritrovata stabilità politica, mentre lo spread, che ieri ha chiuso in forte contrazione a 247 punti, oggi ha aperto ancora in calo a 228 punti. Il rendimento del decennale resta sotto al 3%25 al 2,669%25<br /><br />Previsto un avvio meno brillante, invece, per le altre borse europee, dopo che S&P ha abbassato di una nota il rating della banca tedesca #DeutscheBank , portandolo a BBB+. Ieri la banca tedesca ha perso il 6%25 in borsa per via della scelta della #Fed di assegnare il rating problemativo alle operazioni del gruppo negli Usa.<br /><br />A pesare è anche la decisione degli Usa di imporre dazi sull'acciaio e alluminio anche all'Ue oltre che a Canada e Messico. "L'impatto immediato delle tariffe potrebbe essere basso", spiega Michael Hewson, chief market analyst di CMC Markets, anche se non è da escludere che la mossa degli Usa possa portare a un'escalation della guerra dei dazi. Poco mosse le borse asiatiche. I timori commerciali hanno invece pesato sulla seduta di ieri a Wall Street, con il Dow Jones che è sceso dell'1,02%25, l'S&P 500 dello 0,69%25 e il Nasdaq Composite dello 0,27%25.<br /><br />Intanto l'euro ha aperto in leggero ribasso in #Europa a 1,1675 contro dollaro (dagli 1,1699 della chiusura di ieri), ma nella seduta asiatica aveva anche superato quota 1,17 sul biglietto verde. <br /><br />Ora gli investitori focalizzeranno la loro attenzione sulla pubblicazione, alle 14:30, del report sul mercato del lavoro Usa di maggio, con gli occhi puntati soprattutto sulla dinamica dei salari. L'euro apre stabile sopra 1,16 dollari, malgrado i segnali di tensioni internazionali, dopo che gli Usa hanno fatto sapere che intendono far scattare le tariffe su acciaio e alluminio per Ue, Canada e Messico. <br /><br />Tra gli altri dati macro da seguire gli indici #Pmi #manufatturieri di maggio di Italia (9:45), Francia (9:50), Germania (9:55), #Eurozona (10:00) e Gran Bretagna (10:30). Inoltre l'Italia pubblicherà il Pil del 1° trimestre finale (10:00). Nel promeriggio, come si accennava, gli Usa pubblicheranno le pagne sul settore non agricolo, il tasso disoccupazione e la retribuzione media oraria, po il pmi manifatturiero maggio finale (15:45) e l'Ism manifatturiero di maggio (16:00). <br /><br />A Piazza Affari da seguire #Fca  che presenta a parire dalle 10:00 a Balocco (Vercelli) il piano strategico 2018/2022. Il gruppo, riporta Mf-DJ, sta pensando di creare una divisione di finanziamento in-house negli Usa, secondo quanto reso noto da fonti a conoscenza dei piani. Con questa mossa, la casa automobilistica potrebbe estendere il credito direttamente agli acquirenti americani per la prima volta in 10 anni. I piani per la creazione di una divisione di "captive finance" saranno discussi oggi stesso, come parte della presentazione del piano strategico per i prossimi cinque anni.<br /><br />Attenzione anche a Banco #Bpm . La banca nonostante la delicatissima congiuntura di mercato, ha deciso di compiere un ulteriore passo avanti nel piano di derisking dell'attivo. Ieri l'istituto ha infatti avviato una cartolarizzazione di crediti deteriorati da 5,1 miliardi di euro su cui richiederà la garanzia dello Stato.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 19/02/2018

Piazza Affari, attesa apertura in rialzo!

In una giornata in cui Wall Street è chiusa per festività l'attenzione sarà concentrata soprattutto sule borse europee. L'apertura è attesa con un segno positivio, poi il focus sarà sui dati macro in arrivo. Occhi puntati a Milano su #Creval e sui petroliferi con il prezzo del petrolio in rialzo

In una giornata in cui #WallStreet è chiusa per festività l'attenzione sarà concentrata soprattutto sule borse europee. L'apertura è attesa con un segno positivio, poi il focus sarà sui dati macro in arrivo. In...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 19/02/2018<br /><br />Piazza Affari, attesa apertura in rialzo!<br /><br />In una giornata in cui Wall Street è chiusa per festività l'attenzione sarà concentrata soprattutto sule borse europee. L'apertura è attesa con un segno positivio, poi il focus sarà sui dati macro in arrivo. Occhi puntati a Milano su #Creval e sui petroliferi con il prezzo del petrolio in rialzo<br /><br />In una giornata in cui #WallStreet è chiusa per festività l'attenzione sarà concentrata soprattutto sule borse europee. L'apertura è attesa con un segno positivio, poi il focus sarà sui dati macro in arrivo. In mattinata si conoscerà la bilancia delle partite correnti dell' #eurozona a dicembre, mentre nel primo pomeriggio ci sarà la riunione dell'eurogruppo per votare il prossimo vicepresidente della Bce. Sempre nel pomeriggio la #Bce comunicherà l'ammontare di acquisti settimanali di covered #bond, Abs e titoli del settore pubblico e privato.<br /><br />A Milano da seguire #Creval  nel giorno di avvio dell'aumento di capitale da 700 milioni di euro e Poste italiane , che riunisce oggi il Cda per l'approvazione dei dati preconsuntivi consolidati. Occhi puntati sui petroliferi con il greggio che continua ad apprezzarsi.<br /><br />Da monitorare infine #Cad It , in scia alla notizia dell' #Opa totalitaria a 5,3 euro per azione. Su Aim Italia #Neodecortech  nel 2017 ha registrato ricavi netti in crescita del 10,4% anno su anno a quota 127,7 milioni di euro.<br /><br />Il dollaro ha perso terreno durante la seduta asiatica dopo il rimbalzo di venerdì scorso, con il Wsj Dollar Index, che confronta il biglietto verde con altre sedici valute, che cede ora lo 0,1% circa dopo aver guadagnato lo 0,4%.<br /><br />Le aspettative di un'accelerazione della crescita dell'economia nelle altre regioni al di fuori degli Usa e i timori sulla politica fiscale di #Washington hanno fatto deprezzare il biglietto verde del 3,5% da inizio anno. Secondo Barclays l'effetto della riforma fiscale Usa sarà più espansivo delle attese con un impatto importante sulle importazioni Usa e sulla crescita mondiale. E questo potrà portare Bce e BoJ a muoversi prima per normalizzare la politica monetaria secondo gli esperti di Barclays.<br /><br />Entrando nello specifico dei cambi, l'euro/dollaro tratta sopra 1,24 a 1,2418, il cross dollaro/yen è sopra quota 106 a 106,45.<br /><br />Intanto il prezzo del petrolio apre in rialzo. Sui mercati asiatici i future sul Light crude #Wti avanzano di 67 cent a 62,35 dollari e quelli sul #Brent crescono di 45 cent a 65,29 dollari al barile. A condizionare i mercati sono gli sforzi per prolungare i tagli alla produzione, controbilanciati dagli alti livelli produttivi negli Usa.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 02/02/2018

Borse Ue, finale di settimana atteso poco mosso

Mercati azionari visti prudenti in apertura dopo i segni meno del #Nikkei e la cautela a Wall Street. Euro sopra 1,25 dollari. Focus sui prezzi alla produzione della zona euro, sull'inflazione preliminare di gennaio in Italia e sui dati del mercato del lavoro Usa. A Piazza Affari da seguire Intesa #Sanpaolo, #Ferrari e Sias-Astm

E' prevista un'apertura in leggero calo per i listini azionari europei. Segno meno per il #Nikkei (-0,9%25) mentre i mercati americani hanno chiuso contrastati ieri, con l'S&P che...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 02/02/2018<br /><br />Borse Ue, finale di settimana atteso poco mosso<br /><br />Mercati azionari visti prudenti in apertura dopo i segni meno del #Nikkei e la cautela a Wall Street. Euro sopra 1,25 dollari. Focus sui prezzi alla produzione della zona euro, sull'inflazione preliminare di gennaio in Italia e sui dati del mercato del lavoro Usa. A Piazza Affari da seguire Intesa #Sanpaolo, #Ferrari e Sias-Astm<br /><br />E' prevista un'apertura in leggero calo per i listini azionari europei. Segno meno per il #Nikkei (-0,9%25) mentre i mercati americani hanno chiuso contrastati ieri, con l'S&P che ha registrato un -0,06%25 mentre il Dow Jones è salito dello 0,14%25. Il #Nasdaq ha perso lo 0,35%25.<br /><br />Sul fronte macro seduta densa di dati. Da seguire i prezzi alla produzione nell' #Eurozona (ore 11:00), l'inflazione in Italia di gennaio preliminare (11:00) e negli Usa importanti indicatori sul mercato del lavoro quali i non farm payroll di gennaio, la retribuzione media oraria e il tasso di disoccupazione (tutti in pubblicazione alle 14:30). A seguire dagli Usa arriveranno anche (alle 16:00) l'indice di fiducia dei consumatori dell'Università del Michigan, gli ordini alle imprese e gli ordini di beni durevoli.<br /><br />Intanto il dollaro è calato sui minimi da oltre tre anni contro l'euro, a seguito dei buoni dati macroeconomici che hanno portato gli investitori a comprare la moneta unica. In apertura sui mercati europei il cambio euro dollaro tratta sopra 1,25 a 1,2510, dagli 1,2459 della chiusura di ieri.<br /><br />A Piazza Affari da seguire ancora i #bancari e #Ferrari , quest'ultima dopo il +7,46%25 a 103,2 euro di ieri sulla scia dei conti 2017 che hanno battuto le attese. Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo da 80 a 110 euro, confermando la raccomandazione #hold.<br /><br />#Jefferies ha invece migliorato il target price su Intesa #Sanpaolo  (-0,7%25 a 3,13 euro ieri) da 3,15 a 3,25 euro in attesa del nuovo piano industriale che verrà presentato martedì. Sempre tra i bancari, si segnala che la #Bce ha autorizzato #Mediobanca  all'utilizzo dei propri sistemi interni di risk management (modelli #Airb ) per la divisione #Cib, che implicano un beneficio sul capitale di 140 punti base.<br /><br />Focus anche su #Sias  e #Astm , le due holding del gruppo #Gavio, che oggi, prima dell'apertura delle contrattazioni di borsa, hanno annunciato un accordo per una nuova acquisizione in Brasile realizzata tramite la controllata #Ecorodovias.<br /><br />Infine Banca Imi ha migliorato il target price su #Piaggio  da 2,6 a 3,1 euro (rating buy, 2,446 euro il valore di borsa del titolo).
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 01/02/2018

Borse Ue, atteso un tentativo di rimbalzo

Dopo la cautela di ieri in vista della #Fed, si profila un'apertura sopra la parità. L'euro torna sotto 1,24 contro dollaro. Focus sui pmi della zona euro e degli Usa. A Piazza Affari da seguire Ferrari, per i conti 2017, #Fca, in previsione delle immatricolazioni auto di gennaio e le banche dopo le nuove disposizioni dell' #Eba

Atteso un tentativo di rimbalzo per le borse #Ue in apertura sulla scia della borsa di #Tokyo, che ha interrotto la striscia negativa di sei chiusure consecutive in ribasso grazie...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 01/02/2018<br /><br />Borse Ue, atteso un tentativo di rimbalzo<br /><br />Dopo la cautela di ieri in vista della #Fed, si profila un'apertura sopra la parità. L'euro torna sotto 1,24 contro dollaro. Focus sui pmi della zona euro e degli Usa. A Piazza Affari da seguire Ferrari, per i conti 2017, #Fca, in previsione delle immatricolazioni auto di gennaio e le banche dopo le nuove disposizioni dell' #Eba<br /><br />Atteso un tentativo di rimbalzo per le borse #Ue in apertura sulla scia della borsa di #Tokyo, che ha interrotto la striscia negativa di sei chiusure consecutive in ribasso grazie anche al deprezzamento dello yen nei confronti del dollaro, e Wall Street, che ieri è tornata a salire.<br /><br />In Giappone il Nikkei ha terminato le contrattazioni con un rimbalzo dell'1,7%25 a quota 23.486,11 punti, e negli Usa il Dow Jones ha guadagnato lo 0,28%25, l'S&P 500 lo 0,05%25 e il Nasdaq Composite lo 0,12%25 dopo l'ultima riunione del Fomc con Janet Yellen alla presidenza della Federal Reserve, prima che l'incarico passi nelle mani di Jerome Powell a partire dal 3 febbraio.<br /><br />L'autorità monetaria di #Washington ha mantenuto invariati i tassi, ma il numero uno dell'istituto ha detto di continuare ad aspettarsi aumenti graduali del costo del denaro, nonché una ripresa sul fronte dell'inflazione. Per questo motivo l'euro ha aperto in calo in Europa sotto 1,24 dollari dopo il cambio di tono della #Fed sull'inflazione che favorisce il rafforzamento della moneta Usa. La moneta europea passa di mano a 1,2389 dollari dai 1,2457 dollari dei ieri sera. Il biglietto verde, nel primo mese dell'anno, si è deprezzato del 3,3%25 contro l'euro.<br /><br />Sul fronte macro da seguire gli indici #pmi #manufatturieri di gennaio di Italia (9:45), #Francia (9:50), #Germania (9:55), #Eurozona (10:00), Gran Bretagna (10:30), mentre il pmi manifatturiero del Giappone, nella lettura definitiva di gennaio, è salito a 54,8 punti rispetto ai 54 di dicembre e ai 54,4 del preliminare. Si tratta, sottolineano gli economisti di #Nikkei e Ihs Markit, del miglioramento più consistente del dato dal febbraio del 2014.<br /><br />Alle ore 14:30 gli Usa renderanno note le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione, il costo unitario del lavoro del quarto trimestre preliminare e la produttività dei settori non agricoli, sempre del quarto trimestre preliminare. Alle 15:45 sarà la volta del pmi manifatturiero di gennaio finale e dell'Ism manifatturiero di gennaio.<br /><br />A Piazza Affari focus sui conti 2017 di #Ferrari , che il gruppo pubblicherà in giornata. Mentre dagli Usa stasera sono in calendario le trimestrali di big come #Alphabet, #Amazon , #Apple  e #Ups. Da seguire anche #Fca  in attesa dei dati sulle immatricolazioni auto in Italia a gennaio, attese per oggi pomeriggio.<br /><br />A Milano occhi puntati anche sul comparto bancario dopo che l' #Eba, come scrive MF-Milano Finanza, ha presentato gli scenari macro avversi che saranno utilizzati nell'esame degli istituti europei.<br /><br />Intanto Jefferies ha ridotto la raccomandazione su Salvatore #Ferragamo  da hold a underperform, con prezzo obiettivo che scende da 21 a 19 euro. Dopo l'offerta di Richemont su #YNap il titolo per gli esperti ha beneficiato di attese eccessivamente ottimistiche sul fatto che sarebbe sarebbe stato il prossimo oggetto di imminenti corporate action.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 29/01/2018

Borse Ue, atteso avvio di settimana in rialzo

In calendario un'asta #Bot a sei mesi per 6,5 mld. Settimana ricca di dati macro, oggi focus sui prezzi alla produzione di dicembre in Italia, domani #Pil preliminare della zona euro del quarto trimestre. Rallentano i prezzi all'import della Germania. Euro-dollaro a 1,2427. Petrolio poco mosso. A Piazza Affari da seguire #Cattolica, #Luxottica e i bancari

Si attende un avvio di settimana in rialzo per i mercati azionari europei. Lo borse asiatiche hanno invece perso slancio dopo che il dollaro è tornato...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 29/01/2018<br /><br />Borse Ue, atteso avvio di settimana in rialzo<br /><br />In calendario un'asta #Bot a sei mesi per 6,5 mld. Settimana ricca di dati macro, oggi focus sui prezzi alla produzione di dicembre in Italia, domani #Pil preliminare della zona euro del quarto trimestre. Rallentano i prezzi all'import della Germania. Euro-dollaro a 1,2427. Petrolio poco mosso. A Piazza Affari da seguire #Cattolica, #Luxottica e i bancari<br /><br />Si attende un avvio di settimana in rialzo per i mercati azionari europei. Lo borse asiatiche hanno invece perso slancio dopo che il dollaro è tornato a perdere terreno contro le principali valute asiatiche. Il #Nikkei ha terminato le contrattazioni in ribasso per la quarta seduta consecutiva, perdendo 2,54 punti a quota 23.629.<br /><br />Ennesimo triplo record venerdì a Wall Street: Il Dow Jones ha chiuso in rialzo dello 0,85%25 a 26.616,71 punti, l'S&P 500 dell'1,18%25 a quota 2.872,87 (si tratta del quattordocesimo massimo storico da inizio 2018, cosa che non accadeva dal giugno del 1955) e il #Nasdaq Composite dell'1,28%25 a 7.505,77 punti.<br /><br />Sul fronte valutario l'euro apre in frenata ma resta su valori molto alti dopo aver superato quota 1,25 dollari la settimana scorsa. Alle ore 8:15 la moneta europea passa di mano a 1,2427 dollari.<br /><br />Settimana ricca di aste nell'Eurozona. Oggi il Tesoro italiano emetterà 6,5 miliardi di #Bot a sei mesi e domani collocherà #Btp e #CCteu. Nel frattempo negli Usa il rendimento del #Treasury decennale ha chiuso in rialzo al 2,661%25 rispetto al 2,628%25 di giovedì scorso dopo la pubblicazione del Pil del quarto trimestre degli Usa. Nonostante il dato sia stato leggermente inferiore alle attese, gli Stati Uniti hanno comunque archiviato il 2017 in solida crescita.<br /><br />Lo #yield del #Treasury biennale, più sensibile alle mosse della #Fed in termini di tassi, ha toccato i massimi dal settembre del 2008. "Il mercato ha iniziato a intravedere un po' di inflazione in arrivo che dovrebbe aggiungersi al quadro" di crescita solida, commenta Jeff #MacDonald, head of fixed-income strategies di Fiduciary Trust Company International.<br /><br />Densa anche l'agenda macro. I prezzi all'import della #Germania di dicembre sono cresciuti del 1,1%25 a livello annuale, l'incremento meno consistente dal novembre del 2016, dopo il +2,7%25 di novembre e il +2,6%25 di ottobre. Su base mensile il dato salito dello 0,3%25. In mattina aattesi anche i prezzi alla produzione sempre di dicembre dell'Italia (ore 10:00). E' prevista la riunione dei ministri Ue per la finalizzazione della direttiva sulla #Brexit. Mentre gli Usa renderanno noti i dati sulle spese personali per consumi, sui redditi personali e sul deflatore di dicembre.<br /><br />Domani sarà la volta del Pil dell' #Eurozona preliminare del quarto trimestre, che dovrebbe aver mantenuto la velocità di crociera vista nei tre mesi precedenti. Sempre domani, nel primo pomeriggio, verrà diffusa anche l'inflazione preliminare della Germania. Mercoledì toccherà poi all'indice dei prezzi al consumo dell'area euro, mentre giovedì ai Pmi manifatturieri definitivi del Vecchio Continente. Venerdì infine verranno pubblicati l'inflazione dell'Italia e i prezzi alla produzione dell'Eurozona.<br /><br />I prezzi del petrolio trattano intorno alla parità, senza una direzione precisa. Alle ore 8:15 il #Wti sale dello 0,18%25 a 66,2 dollari e il #Brent scende dello 0,17%25 a 70,4 dollari.<br /><br />A Piazza Affari da seguire #Cattolica, che oggi ha alzato il velo sull'atteso piano indistriale 2018-2020, e su #Luxottica , che oggi pubblicherà i dati preliminari sul 2017.<br /><br />Attenzione anche ai #bancari. Intesa #Sanpaolo  in una nota ha dichiarato di apprendere "con sconcerto la notizia del possibile coinvolgimento giudiziale come preteso responsabile civile per reati di ostacolo alla vigilanza e aggiotaggio di cui sono accusati gli ex manager e sindaci di #VenetoBanca in liquidazione coatta", replicando che "il coinvolgimento di Intesa Sanpaolo  in vicende del passato che riguardano altri soggetti è contrario alla legge, ma ancor prima a ogni logica. Intesa Sanpaolo  non mancherà di difendersi in ogni sede e di esercitare ogni suo diritto legale e contrattuale".
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 04/01/2018

Borse Ue, atteso un avvio poco sopra la parità. Focus sui #Pmi

È prevista un'apertura in lieve rialzo per i listini azionari europei che dovrebbero proseguire la performance positiva di ieri in scia alla chiusura record di Wall Street e all'ottima performance di #Tokyo. Euro ancora sopra 1,2 dollari. A Piazza Affari da seguire bancari e industriali

È prevista un'apertura in lieve rialzo per i listini azionari europei che dovrebbero proseguire la performance positiva di ieri in scia alla chiusura record di Wall Street e all'ottima performance della...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 04/01/2018<br /><br />Borse Ue, atteso un avvio poco sopra la parità. Focus sui #Pmi<br /><br />È prevista un'apertura in lieve rialzo per i listini azionari europei che dovrebbero proseguire la performance positiva di ieri in scia alla chiusura record di Wall Street e all'ottima performance di #Tokyo. Euro ancora sopra 1,2 dollari. A Piazza Affari da seguire bancari e industriali<br /><br />È prevista un'apertura in lieve rialzo per i listini azionari europei che dovrebbero proseguire la performance positiva di ieri in scia alla chiusura record di Wall Street e all'ottima performance della borsa di Tokyo dopo le festività (+3,26%25 sui massimi dal gennaio del 1992).<br /><br />Sul fronte valutario, dopo che dal verbale della riunione di dicembre della #Fed, pubblicato ieri sera, è emerso che la Banca centrale americana è divisa sulle prospettive sui tassi nel 2018 e sugli effetti sull'inflazione della riforma fiscale negli Stati Uniti, il cambio euro/dollaro è poco mosso e resta sopra 1,20 a 1,2030 dagli 1,2023 delle chiusura di ieri sui mercati europei.<br /><br />Per quanto riguarda i dati macro di oggi, in agenda ci sono gli indici dei direttori di acquisto (Pmi dei servizi) in Italia (ore 9:45), Francia (9:50), Germania (9:55) e in Gran Bretagna (10:30). Mentre alle ore 10:00 sarà pubblicato l'indice Pmi composito dell' #Eurozona.<br /><br />Nel pomeriggio si attendono i primi dati sul mercato del lavoro Usa nel mese scorso. Alle 14:15 verrà resa la stima Adp sui nuovi posti di lavoro nel settore privato e alle 14:30 si conosceranno le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione. Sempre dagli Stati Uniti alle 15:45 arriverà il Pmi dei servizi a dicembre finale.<br /><br />A Piazza Affari da seguire gli industriali dopo i progressi di ieri. Focus poi sempre sui bancari. Tra le utility si segnala poi che Kepler Cheuvreux ha ridotto la raccomandazione su Falck Renewables  da buy a reduce dopo "la performance brillante" messa a segno dal titolo dall'upgrade da hold a buy dello scorso 13 dicembre.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 21/12/2017

Prevista apertura in leggero rialzo in Piazza

Prevista apertura in leggero rialzo a Milano dopo la correzione di ieri. Focus sui bancari, con Intesa #Sanpaolo che ha raggiunto un accordo con i sindacati sui tagli del personale che porterà a risparmi per 675 milioni di euro

E' prevista un'apertura in leggero rialzo sui listini azionari europei dopo i cali di ieri. In particolare il future sul #Dax è in aumento di 22 punti e quello sul #Ftse100 di 11 punti. Deboli le Borse asiatiche in scia alla chiusura fiacca di Wall Street di ieri, con il #Nikkei...
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 21/12/2017<br /><br />Prevista apertura in leggero rialzo in Piazza<br /><br />Prevista apertura in leggero rialzo a Milano dopo la correzione di ieri. Focus sui bancari, con Intesa #Sanpaolo che ha raggiunto un accordo con i sindacati sui tagli del personale che porterà a risparmi per 675 milioni di euro<br /><br />E' prevista un'apertura in leggero rialzo sui listini azionari europei dopo i cali di ieri. In particolare il future sul #Dax è in aumento di 22 punti e quello sul #Ftse100 di 11 punti. Deboli le Borse asiatiche in scia alla chiusura fiacca di Wall Street di ieri, con il #Nikkei che ha lasciato sul terreno lo 0,1%25 a 22.866,1 punti. I listini americani hanno terminato le contrattazioni poco sotto la parità nonostante l'ok del Congresso alla riforma fiscale, perchè gli investitori stanno cercando di capire se i tagli alle tasse siano già stati prezzati dai mercati e quale sarà l'impatto delle nuovo misure sull'economia. Il Dow Jones è sceso dello 0,11%25, l'S&P 500 dello 0,08%25 e il #Nasdaq Composite dello 0,04%25.<br /><br />A Piazza Affari in apertura occhi puntati sui bancari. In particolare su Intesa Sanpaolo , che ha reso noto di aver concluso un accordo con i sindacati sul personale dopo aver acquisito le attività della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca. Gli oneri di uscita saranno pari a 45 milioni di euro al netto delle imposte da contabilizzare nel quarto trimestre di quest'anno a fronte di un riparmio a regime (dal 2021) pari a 675 milioni di euro l'anno.<br /><br />Ieri gli istituti di credito avevano chiuso la seduta in ribasso, con #Unicredit  che ha ceduto il 2,9%25, Banco #Bpm  l'1,5%25, #Bper  e #Ubi lo 0,5%25. Attenzione anche a Anima , penalizzata dalla notizia dell'aumento di capitale deliberato per l'acquisizione di Aletti. Tra gli industriali attenzione a Falk renewables che ieri è cresciuta del 7,4%25 e #Astaldi  (che ieri a messo a segno un +6,2%25).<br /><br />Oggi è ricca l'agenda di dati macro Usa: nel pomeriggio verranno resi infatti noti le richieste settimanali sussidi disoccupazione, il dato finale sul pil nel terzo trimestre e l'indice #Fed Filadelfia di dicembre. A seguire si attende poi il superindice relativo al mese di novembre, mentre dall' #Eurozona verrà pubblicato l'indice di fiducia dei consumatori di dicembre (dato preliminare). Sul fronte politico, si segnala che oggi si tengono le elezioni regionali in Catalogna.<br /><br />Dal punto di vista delle valute la sterlina ha perso terreno, con il Governo di Theresa #May che continua a perdere pezzi. Il conservatore #Damian Green, amico di lunga data del premier e sempre difeso proprio dal primo ministro, si è dimesso a causa delle accuse di molestie a suo carico e dopo che sono state trovate foto pornografiche sul suo computer ai Comuni.<br /><br />Il dollaro invece tratta stabile dopo l'ok del Congresso Usa alla riforma fiscale. Entrando nello specifico dei principali cambi, l'euro/dollaroviaggia sopra 1,18 a 1,1864, il dollaro/yen è a 113,424 e il #cable, ovvero sterlina/dollaro è sotto 1,34 a 1,3361.<br /><br />I rendimenti dei Bund tedeschi a scadenza decennale non dovrebbero raggiungere la soglia dell'1%25 prima del quarto trimestre del 2018, se non addirittura nel 2019, affermano gli analisti di #AbnAmro, sottolineando che sebbene la crescita economica della Germania dovrebbe essere forte nel corso del prossimo anno, la persistente debolezza sul fronte dell'inflazione e la lenta uscita della Banca centrale europea dal programma di allentamento quantitativo dovrebbero mantenere ancora basso il costo di finanziamento del Paese.<br /><br />Nel frattempo negli Stati Uniti il rendimento del #Treasury decennale è salito al 2,497%25 rispetto al 2,464%25 di martedì, attestandosi sui massimi dal 17 marzo scorso. Il costo di finanziamento è salito in otto delle ultime dieci sedute. Tale rally, conferma Kathy Jones, chief fixed income strategist di Charles #Schwab, rappresenta l'impatto della riforma fiscale Usa appena approvata.
PRIME PAGINE ha aggiunto una foto in Stream Photos album del gruppo PRIME PAGINE

#PrimePagine #MilanoFinanza del 14/12/2017

Borse Ue, in vista un'apertura debole in attesa della Bce

Previsto un avvio in lieve ribasso per i listini azionari europei, dopo lo scontato rialzo dei tassi della #Fed, mentre l'attenzione si sposta oggi sulle riunioni di Bce e Boe. In agenda i pmi della zona euro e degli Usa. Euro in rialzo sul dollaro sopra 1,18. A Piazza Affari da seguire i bancari, #Fca ed #Eni

Prevista un'apertura in lieve ribasso per i listini azionari europei dopo l'atteso rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed, mentre l'attenzione si sposta oggi sulle riunioni di
Mostra di più

#PrimePagine #MilanoFinanza del 14/12/2017<br /><br />Borse Ue, in vista un'apertura debole in attesa della Bce<br /><br />Previsto un avvio in lieve ribasso per i listini azionari europei, dopo lo scontato rialzo dei tassi della #Fed, mentre l'attenzione si sposta oggi sulle riunioni di Bce e Boe. In agenda i pmi della zona euro e degli Usa. Euro in rialzo sul dollaro sopra 1,18. A Piazza Affari da seguire i bancari, #Fca ed #Eni<br /><br />Prevista un'apertura in lieve ribasso per i listini azionari europei dopo l'atteso rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed, mentre l'attenzione si sposta oggi sulle riunioni di #Bce e Boe. Fiacca la performance delle borse asiatiche, con il #Nikkei che ha lasciato sul terreno lo 0,3%25 a 22.694,45 punti. Infine a Wall Street il #DowJones ha chiuso in rialzo dello 0,33%25 aggiornando il record a 24.585,43 punti, mentre l'S&P 500 è sceso dello 0,05%25 e il #Nasdaq Composite è salito dello 0,2%25.<br /><br />Ricca l'agenda macro. In calendario ci sono l'inflazione di novembre della Spagna (ore 9:00), i #Pmi di dicembre preliminari di Francia (9:00), Germania (9:30) ed #Eurozona (10:00), l'inflazione di novembre dell'Italia (10:00), le vendite al dettaglio in Gran Bretagna (10:30). Mentre il pmi manifatturiero preliminare di dicembre del Giappone è salito a 54,2 punti dai 53,6 di novembre, sui massimi da 46 mesi.<br /><br />Alle ore 13:00 la #Boe annuncerà le sue decisioni sui tassi, a seguire la Bce (13:45) il cui presidente Mario Draghi terrà alle 14.30 la solita conferenza stampa post riunione. Poi il testimone passerà agli Usa, che alle 14:30 renderanno note le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione e le vendite al dettaglio di novembre, alle 15:45 sarà la volta del pmi preliminare di dicembre.<br /><br />In agenda anche una riunione del Consiglio europeo, mentre il premier britannico Theresa #May vola oggi a Bruxelles, reduce dall'umiliazione alla Camera dei Comuni che ieri hanno ottenuto di avere l'ultima parola sulla #Brexit.<br /><br />Sul fronte della valute l'euro/dollaro è tornato sopra 1,18 e tratta ora a 1,1818 (dagli 1,1736 di ieri), nonostante l'aumento del costo del denaro negli Usa. Il dollaro ha perso terreno perché il dei tassi di interesse era ormai scontato, inoltre sul biglietto verde continuano a pesare i dubbi del mercato sull'andamento dell'inflazione che resta bassa ponendo dei dubbi sulle prossime strette monetarie da parte della #Fed.<br /><br />Dagli Usa si segnala che è stato raggiunto un accordo di principio sulla riforma fiscale nel partito Repubblicano.<br /><br />A piazza Affari attenzione sempre alle banche, ieri penalizzate dall'allargamento dello spread. Il differenziale sul decennale Btp/Bund è a quota 147 punti base. Occhi poi sempre puntati su Eni , alla luce del completamento della cessione a #ExxonMobil del 25%25 dell'Area 4 in Mozambico.<br /><br />Mentre dai dati #Acea  è emerso che a novembre sono risultae in calo le immatricolazioni di auto nuove per il gruppo Fca  in Europa (Ue + Paesi Efta). Il mese scorso il gruppo ha venduto quasi 74.600 auto con una flessione dello 0,9%25 rispetto allo stesso mese del 2016. La quota di mercato è scesa al 5,9%25 dal 6,3%25. Negli 11 mesi il bilancio è invece positivo: da inizio anno le vendite sono state oltre 982.400, il 6,9%25 in più dello stesso periodo dell'anno prima e la quota è salita al 6,8%25 dal 6,6%25.